Filosofia fiscale è nata come startup innovativa e ha ideato e sviluppato il primo applicativo che permette la completa digitalizzazione del Dialogo tra contribuenti e autorità fiscali, comprese le procedure di verifica e controllo da parte dell'Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza, nonchè di altri Organi preposti.

Il sistema di Filosofia fiscale, oltre a permettere agli utenti di ridurre i tempi e l'invasività dei controlli fiscali e di tenere sotto controllo con maggior presidio il rischio legato agli stessi, è un potente strumento di digitalizzazione  dei processi interni alle aziende e degli studi professionali. E' inoltre un mezzo per condividere con idonei requisiti di sicurezza e tracciabilità  documenti e dati strutturati con tutta la Pubblica Amministrazione e con  qualsiasi terzo interessato (Banche, Revisori, Odv, professionisti e consulenti, Caf, ecc.).

L'obiettivo che la società sta sviluppando consiste nel dotare ogni contribuente di una "Sfera", ossia uno spazio cloud "ufficiale" e "a norma" dove lo stesso (o chi per esso) possa archiviare - anche in dialogo con i gestionali aziendali e utilizzati dagli Studi professionali -  tutta la documentazione e i dati strutturati. Una archiviazione di documenti e di dati utile sia alla gestione personale, sia alla condivisione sicura e tracciata con i potenziali interessati, presidiando le operazioni in tutta trasparenza e sicurezza. Un modello di questo tipo può abilitare una importante semplificazione del sistema Contribuente-Fisco (e a tendere del sistema Cittadino-Pubblica Amministrazione),  permettendo  ad esempio di superare la logica dell'adempimento, ossia di eseguire operazioni esclusivamente ai fini di inviare al Fisco determinati dati e documenti (logica che sta diventando un enorme peso per il sistema): si tratta invece di utilizzare uno strumento che permetta di coordinare le operazioni in modo da raggiungere prima di tutto vantaggi molteplici per  i contribuenti (eliminazione della carta, maggiore sicurezza dei dati e dei documenti, efficientamento di numerosi processi interni e di condivisione, risparmio di tempo e di costi) e solo in seconda battuta la messa a disposizione degli stessi al Fisco.

Filosofia fiscale ha recentemente finalizzato una convenzione con l'Agenzia delle Entrate di Trento relativamente alla digitalizzazione delle procedure di verifica e controllo fiscale, anche ai fini dell'elargizione dei rimborsi Iva trimestrali. Sta procedendo a sollecitare il dialogo con altre Agenzie e altri Organi di controllo per l'utilizzo del sistema nonché con il Governo per il riconoscimento di standard a livello nazionale. Filosofia fiscale ha anche sviluppato una articolata proposta legislativa, sotto forma di disegno di legge presentato ai Ministeri competenti. La proposta prevede, oltre alla digitalizzazione dei processi di verifica, di introdurre un Regime premiale unico per i cd. "Soggetti Fiscalmente Sostenibili", soggetti che mettono a disposizione i propri documenti e dati al Fisco in via continuativa, in cambio di importanti vantaggi: drastica riduzione degli adempimenti, accertamenti in remoto e sistemi di regolarizzazione agevolati, canale di comunicazione privilegiato per ridurre rischio fiscale. Un Regime di questo tipo porterebbe a una sorta di "certificazione" dei contribuenti più trasparenti e collaborativi che verrebbero valorizzati dal Fisco, il quale potrebbe anche sviluppare nuove modalità mirate all'individuazione dei soggetti da controllare.  In tal senso si potrebbe innescare una innovativa strategia, per lavorare anche su dinamiche culturali e profondamente radicate, che determinano lo stato attuale del sistema fiscale italiano.

TORNA SU